I nostri prodotti


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata

Accedi al sito






JoomlaStats Activation

I migliori prodotti di cosmetica naturale con un ottimo rapporto di qualità e prezzo di vendita.ULTIME NOVITA' DI CASA BORLIND  "AQUANATURE "nuova creazione   e " NATUROYALE" nuova formulazione .

This page require Adobe Flash 9.0 (or higher) plug in.

Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
E-mail


Dieta Zero prima fase
Visualizza Ingrandimento


Dieta Zero prima fase

Prezzo: €168,50

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Pacchetto Zero prima fase composto da i seguenti prodotti :

1 fitoestratto zero depurazione ( per tutta la durata delle tre fasi) euro 19

1 fitoestratto zero drenaggio  ( per tutta la durata delle tre fasi) euro 19

1 magnesio e potassio zero ( per tutta la durata delle tre fasi) euro 11.50

1 sucralosio ( per tutta la durata delle tre fasi)  euro sette

7 confezioni di alimenti assortiti ( da noi scelti) zero ( 21 buste) euro 98

1 confezione di tost extra zero euro 14

1 confezione crekers extra zero ( oppure 1 confezione tagliatelle extra zero )  euro 14

 

                                                                    Totale euro 168.50

 

 

 

Ricordiamo inoltre che l’obbiettivo è quello di realizzare un programma alimentare integrato con i prodotti zero articolato in tre settimane suddiviso in tre fasi una per ogni settimana lo scopo è quello di ridurre taglie , asciugare e  definendo meglio il corpo solo  lì dove serve farlo e ridurre peso .

 

Zero. uno

Nella fase Zero. uno è prevista l’eliminazione di tutti gli zuccheri sia semplici che complessi (carboidrati, alcol e frutta) dalla dieta giornaliera, in modo da attivare il meccanismo della chetosi.

Si integrano i pasti con 3 alimenti Zero. Si possono usare gli alimenti ExtraZero, 50 g di tagliatelle e 2 fette di toast. Oppure 8 cracker o 6 grissini, che aiutano a ridurre il senso di appetito nelle ore fuori pasto o a integrare ulteriormente i pasti e gli spuntini.

La fase Zero. uno può durare dai 3 ai 14 giorni, a seconda dell’obiettivo-peso da raggiungere.

Si consiglia, in questa prima fase, l’utilizzo di magnesio + potassio Zero, per migliorare la tonicità muscolare ed evitare la possibilità di insorgenza di crampi.

In questa fase i fitoestratti Zero aiutano a eliminare e drenare i liquidi in eccesso, aiutano la regolare funzionalità di fegato e reni. Si usano 20 ml di fitoestratti Depurazione + 20 ml di fitoestratti Drenaggio miscelati in un litro e mezzo d’acqua da bere durante il giorno.

 

ESEMPIO DI MENU NELLA FASE 1

Esempio:

  1.        Colazione: 1 alimento Zero a scelta + una tazza di the/caffè o tisana con dolcificante ( sucralosio).
  2.        Pranzo: 1 alimento Zero a scelta + verdure cotta o cruda a volontà.
  3.        Spuntino: una tazza di the o caffè o tisana con dolcificante ( sucralosio).
  4.        Cena: 1 alimento Zero a scelta + un piatto a base di pesce o carne o uova + verdure cotta o cruda a volontà.

Alimenti Extra Zero concessi: 50 g di tagliatelle 2 fette di toast (anche farciti con prosciutto crudo o bresaola + insalata). Oppure 8 cracker o 6 grissini.

Fitoestratti Zero: in un litro e mezzo d’acqua diluire 20 ml di Depurazione + 20 ml di Drenaggio. 1 capsula di magnesio+potassio Zero.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vademecum

Per ottenere i risultati desiderati è importante seguire alcune regole.

  1.        Alimenti Zero: non sono da utilizzare come pasti sostitutivi ma abbinati ad alimenti comuni.
  2.        Alimenti Zero: non ridurre assolutamente la dose giornaliera come indicata in ciascuna fase.
  3.        Alimenti Extra Zero: sono facoltativi da considerarsi spezza fame concessi all’interno del programma Zero e non come parte essenziale della dieta.
  4.        Durata: deve essere rispettata in tutte le fasi della dieta.
  5.        Cotture alla griglia o al vapore per i piatti di carne o pesce.
  6.        Condimenti consigliati: sale, pepe, spezie, erbe aromatiche, salsa di soia salata, aceto di mele (evitare quello di vino), limone, olio extra vergine di oliva, olio di girasole o di sesamo ma sempre da spremitura a freddo (2 cucchiai da minestra al giorno).
  7.        Bere 1,5 litri di acqua al giorno miscelata ai fitoestratti Zero.
  8.        Consigliata l’integrazione con magnesio + potassio Zero e, all’occorrenza, di un prodotto lassativo privo di zuccheri.
  9.        Eventualmente dolcificare con sucralosio in compresse o liquido
  10.        Chetosi: è essenziale eliminare tutti i tipi di zuccheri (carboidrati, alcol, frutta, ecc...) e usare solo gli alimenti consentiti.

 

 

 

 

 

 

Tabella degli alimenti consigliati

VERDURE (senza limiti quantitativi)

fase 1

fase 2

fase 3

asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cicoria, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo verde, cetrioli, crauti, finocchi, funghi, soia germogli, insalate, (tutti i tipi di verdure a foglia), melanzane, porri, radicchio verde, peperoni verdi, ravanelli, rucola, sedano, spinaci, tartufi, verza, zucchine

verdure di colore rosso

-

verdure di colore giallo

-

verdure di colore arancione

-

legumi (piselli, fagioli, ceci, lenticchie, fave...)

-

-

patate

-

-

PASTA o RISO INTEGRALI (60 grammi max.)

fase 1

fase 2

fase 3

riso o pasta (anche di kamut o farro) integrali

-

minestrone (senza patate)

-

CARNE 80-120 grammi meglio se privata del grasso

fase 1

fase 2

fase 3

carne bianca: pollo, tacchino, anatra, coniglio, gallina, faraona, agnello, vitello

carne rossa: cavallo, maiale magro, manzo

affettati (50-60 grammi): bresaola, prosciutto crudo, prosciutto cotto

PESCE 200 grammi circa senza scarti fresco o in scatola (non sott'olio)

fase 1

fase 2

fase 3

pesci d'acqua salata: alici, sardine, sgombro, tonno, merluzzo, nasello, sogliola, cernia, spigola, scorfano, seppia, razza, rombo, polipo, palombo, orata, triglia, dentice

pesci d'acqua dolce: carpa, luccio, salmone, trota

molluschi: cozza, vongola, ostrica, calamaro

crostacei: aragosta o astice, gambero, granchio

UOVA (intere)

fase 1

fase 2

fase 3

gallina, anatra, tacchina, oca

FORMAGGI 50-80 grammi max

fase 1

fase 2

fase 3

grana, parmigiano reggiano (gli altri formaggi non sono consentiti)

-

FRUTTA

fase 1

fase 2

fase 3

frutta di ogni tipo

-

-

ALIMENTI EXTRA ZERO

fase 1

fase 2

fase 3

tagliatelle + toast Extra Zero (anche farciti con prosciutto crudo o bresaola + rucola o insalata)

50g+2

50g+2

50g+2

budini Extra Zero oppure barrette Extra Zero oppure Wafer Extra Zero

-

1

2

frollini

-

4

10

BEVANDE

fase 1

fase 2

fase 3

alcolici, succhi di frutta e bevande zuccherine

-

-

-

bevande light o zero (con moderazione durante i pasti)

·

·

·

- alimento vietato    • alimento consentito    · alimento consentito con moderazione

 

 

Alimenti Zero

Gli alimenti Zero sono una serie di preparati in polvere solubile ricchi di proteine, vitamine (A, C, E e del complesso B) e sali minerali. Le proteine sono di derivazione naturale dal latte e dalla soia e contengono tutti gli aminoacidi essenziali (indice chimico >100). Oltre che ricchi di nutrienti, gli alimenti Zero hanno un alto indice di digeribilità così da fornire effettivamente al corpo tutti gli elementi di cui sono ricchi. Tanta energia ma anche tanto gusto. Tanti sapori dolci e salati che si avvicinano ai piatti della tradizionale alimentazione. Zuppe, frappè, bevande calde, omelette, purè e tanti snack da abbinare all’alimentazione quotidiana per comporre menu completi e invitanti. Gli alimenti Zero integrano, con gusto, l’apporto proteico in ogni caso di aumentato fabbisogno ma sono anche utili per chi ha sempre un occhio attento alla forma ma non vuole rinunciare a gusti sfiziosi. Diventano essenziali all’interno del programma dietetico Zero per la riduzione del peso poichè apportano tutti i nutrimenti necessari per mantenere la massa magra e accontentano il palato, fattore altrettanto importante per la buona riuscita della dieta che prevede necessariamente un regime di restrizione alimentare.

Gli alimenti Zero contengono più di 23 grammi di proteine per busta (perfetti integratori proteici anche all’interno della dieta chetogenica).

Zuppe al sapore di:

  1.        verdure*
  2.        champignon*
  3.        porri*
  4.        crostacei. 

Omelette al sapore di:

  1.        champignon
  2.        tartufo
  3.        formaggio e bacon
  4.        cipolla.

Crema al sapore di purè.

Dessert al sapore di:

  1.        yogurt stracciatella
  2.        yogurt frutti di bosco
  3.        crema catalana.

Frappè al sapore di:

  1.        cacao
  2.        vaniglia
  3.        pera-cioccolato
  4.        caramello
  5.        caffè*
  6.        banana split.

Bevande al sapore di:

  1.        cappuccino
  2.        cioccolato bianco
  3.        cioccolato amaro
  4.        ananas
  5.        ciliegia
  6.        kiwi
  7.        latte alle mandorle.

*solo proteine della soia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fitoestratti Zero

 

I fitoestratti liquidi Zero sono integratori alimentari di livello professionale.
Una serie in continua evoluzione di bevande a base di piante officinali di alta qualità e concentrazione, che vengono prodotte con tecniche innovative e rispettose delle peculiarità dei vegetali per mantenerne l’originale naturalità.

I fitoestratti liquidi Zero integrano perfettamente sia la dieta quotidiana, sia il programma alimentare Zero, prendendosi cura del corpo in maniera professionale.
Grazie alla tecnologia a ultrasuoni è possibile l’estrazione totale di tutti i principi attivi del vegetale – siano essi idrosolubili, liposolubili, oli essenziali, sali minerali, aminoacidi, oligoelementi o vitamine – preservando l’integrità del fitocomplesso che viene interamente ceduto all’acqua. In questo modo la concentrazione e qualità dei principi attivi è molto alta e non c’è bisogno di ”aggiunte”.

Non servono conservanti sintetici perchè grazie al frutto del sorbo, si riesce a ricavare la corretta quantità di acido sorbico per conservare il prodotto.

Non serve alcol, nemmeno come solvente, perchè si usa semplicemente acqua vitalizzata paragonabile, per qualità organolettiche, all’acqua di sorgente.

Non ci sono zuccheri aggiunti perchè il sapore delle erbe officinali si esalta in un bouquet di aromi dalle molteplici sfumature. Prendersi il tempo per imparare ad apprezzare anche le note più aspre di un estratto d’erbe – che spesso vengono nascoste da gusti edulcorati più “facili” al palato – diventa un modo per rimettersi in sintonia con la natura e ristabilire equilibrio e benessere.

 

 

 

 Selezione della materia prima

Qualità e sicurezza prima di tutto

La qualità dei fitoestratti Zero si evidenzia fin dalla selezione delle piante officinali che sono:

  1.        sane e selezionate, provenienti da zone vocate e raccolte nel tempo balsamico, disidratate secondo metodi naturali;
  2.        controllate, cernite e mondate, con l’ausilio di personale qualificato e macchinari di ultima generazione;
  3.        stoccate in ambienti bonificati e termoigrometricamente standardizzati, progettati per ridurre al minimo l’impatto dei fattori ambientali sulla qualità del vegetale disidratato;
  4.        certificate con sistema Qualità ISO 9000:2001, sistema di autocontrollo HACCP e un servizio interno di controllo che garantisce la sicurezza e la tracciabilità di tutti i vegetali.

 

 

 

 

Estrazione con tecnologia a ultrasuoni

Senza alte temperature si mantiene la vitalità dei principi attivi

L’estrazione a ultrasuoni consente di ottenere prodotti completi di tutte le proprietà fisiologiche ed organolettiche dei vegetali impiegati oltre che di tutti i loro principi attivi sia primari che secondari. Quando si attivano i generatori di ultrasuoni è possibile regolarne la frequenza ed il tempo di estrazione in base alla tipologia e alle caratteristiche del vegetale. In questo modo è possibile estrarre quanto necessario dai vegetali. Ad esempio è possibile estrarre dal frutto del sorbo una quantità sufficiente di acido sorbico da utilizzare come conservante naturale per il prodotto finito, senza bisogno di aggiungere altri conservanti in momenti successivi.

I vantaggi ottenuti con l’estrazione ad ultrasuoni si possono riassumere in due punti:

  1.        estrazione totale a temperatura ambiente, non superiore ai 35°C così si evita la denaturazione dei principi attivi contenuti che in tal modo restano intatti.
  2.        abbattimento della carica batterica, grazie alla naturale azione di disgregazione della cellula batterica operata dagli ultrasuoni.

 

 

 

 

Il solvente più naturale: l’acqua vitalizzata

L’energia dell’acqua di sorgente

Per l’erogazione e la distribuzione, l’acqua, dalla sorgente deve essere canalizzata subendo danni provocati da fenomeni quali la pressione delle tubazioni e l’immissione di sostanze chimiche e metalli pesanti. Con il procedimento di vitalizzazione secondo Johann Grander applicato all’acqua se ne può compensare la perdita di energia e di informazioni e riportarne la memoria d’origine cioè di acqua di sorgente.

I vantaggi dei prodotti a base di acqua vitalizzata:

  1.        migliore conservabilità
  2.        maggiore stabilità anche in seguito a modificazione microbiologica
  3.        maggiore potere autopurificante
  4.        migliore potere solvente
  5.        migliori caratteristiche organolettiche (freschezza, sapore, odore).

 

 

 

 

Approfondimenti Zero (Acqua vitalizzata ed Estrazione a ultrasuoni )

 

 







Ultimo Aggiornamento: domenica, 27 maggio 2018 01:40


Sondaggio

In erboristeria cosa acquisti maggiormente ?
 

Cerca nel sito

L'erbario

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto.

Tante offerte per te!

Banner